domenica 9 febbraio 2014

SAPONE LIQUIDO BASE (con idrossido di potassio)

Ecco la versione ufficiale del sapone liquido fatto a regola d'arte con idrossido di potassio. 
Potete raddoppiare la dose o dimezzarla a vostro piacimento. Questo sapone si può usare per le mani, come bagnoschiuma, shampoo, etc..... Di seguito vi posterò le varianti che si possono aggiungere a questo sapone liquido di base, che già di per se è ottimo così.

Sapone liquido base
Ingredienti:
  • 234 gr di Olio di Girasole
  • 99 gr di Olio di Cocco
  • 78 gr di Idrossido di Potassio (sconto -10%)
  • 234 gr di Acqua demineralizzata per la soluzione alcalina
  • 1000 gr di Acqua demineralizzata per la diluizione della pasta di sapone
  •  28 gr di Soluzione neutralizzante (fatta con 15 gr di Acido Borico in 85 gr di Acqua)

Procedimento:
  • Mettete in un contenitore l'acqua per fare la soluzione alcalina e versate dentro l'idrossido di potassio. Mescolate per farlo sciogliere e mettete da parte.
  • Pesate gli oli e metteteli in una pentola capiente a bagnomaria, scaldate fino a 150° e poi aggiungete lentamente la soluzione alcalina che avete preparato precedentemente.  
  • Mescolate il composto con un cucchiaio di legno e dopo frullate con il Minipiner per circa 20 minuti, fino a quando si forma un nastro molto denso.
  • Sempre con la pentola sul fuoco, a bagnomaria, lasciate cuocere il composto per circa 3-4 ore mescolando ogni 20-30 minuti. Vi renderete conto che la pasta di sapone è pronta quando diventa di un colore traslucido e compatto, come una pasta di vasellina. 
  • A questo punto, per sapere se la pasta di sapone è cotta al punto giusto, fate il test di prova. Prendete un bicchiere di vetro trasparente e versate 30 gr di acqua bollente, mettete dentro 15 gr di pasta sapone e fatela sciogliere. Se il liquido nel bicchiere resta chiaro e limpido, il sapone è pronto. Se vedete il liquido di un colore lattiginoso o con nuvole bianche, non è pronto e va cotto ancora un pò. 
  • Quando è pronto, scaldate l'acqua per la diluizione della pasta di sapone. Versatela bollente sopra l'impasto e mescolate delicatamente con il cucchiaio di legno, spegnete il fuoco e mettete un coperchio sulla pentola. Lasciate riposare per circa 2 ore fino a quanto la pasta si è sciolta tutta. Abbiate pazienza e non smuovete troppo con il cucchiaio, altrimenti si forma della schiuma in superficie. 
  • Dopo aver sciolto la pasta di sapone dovete neutralizzarla, quindi riaccendete il fuoco e scaldate il liquido fino a 180° . Nel frattempo preparate la soluzione neutralizzante con l'acido borico e l'acqua. In 85 gr di acqua calda versate 15 gr di acido borico (lo trovate in farmacia, in polvere). Da questa soluzione prelevate il quantitativo necessario, 28 gr , e versatelo nel sapone liquido un pò per volta mescolando. 
  • Quando il sapone è ancora caldo potete aggiungere una fragranza a piacere per profumarlo e un colorante, oppure lasciate il sapone al naturale. 
  • Mettete un coperchio sulla pentola e lasciate raffreddare il sapone liquido e, per finire, mettetelo in un capiente barattolo di vetro chiuso. Lasciatelo riposare per una settimana senza muoverlo (questo periodo di posa si chiama sequestrare) affinchè le particelle alcaline insolute precipitano sul fondo del contenitore. 
  • Trascorso il tempo di posa travasate il sapone liquido nei vostri flaconi. Usate un mescolo per non scuotere la posa sul fondo del barattolo. Se durante il travaso il fondo si mischia al sapone liquido, lasciatelo di nuovo in posa e poi prelevate il sapone pulito. La posa di fondo si butta, ma se volete la potete utilizzare per lavare il terrazzo o i sanitari del bagno. 
  • Nella foto vedete il mio sapone liquido colorato con una fialetta di rosso alimentare e profumato con fragranza alla pesca bianca. 

13 commenti:

  1. ciao, scusa posso sostituire l'acido borico con il citrico o il bicarbonato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lina, per fare il sapone liquido ho sempre seguito le indicazioni della Failor che insegna a neutralizzare l'eccesso di lisciva con l'acido borico. In sintesi, questa pratica fa si che l'eccesso di idrossido non rilasci acidi liberi e riducendo il PH. Comunque, stiamo lavorando con idrossido di potassio e conosco solo l'acido borico e la borace come agente chimico per neutralizzare il sapone liquido, sostituendo con l'acido citrico o il bicarbonato non ti assicuro la compatibilità e lo stesso effetto finale, ossia un sapone liquido risultare limpido e trasparente.

      Elimina
    2. grazie, sei stata molto esaustiva.
      Vole chiederti ancora se potevi farci vedere come fare uno shampo e un docciaschiuma con il sapone liquido base?.
      grazie ancora e buon lavoro.

      Elimina
    3. Lina, questo sapone liquido di base è ottimo come bagnoschiuma, o come sapone per le mani. In famiglia lo usiamo da molto tempo è sono soddisfatti. Se hai voglia di aggiungere qualche attivo per dare un tocco personalizzato al sapone..ben venga! Proteine idrolizzate della seta o di avena o grano, pantenolo, etc..... Grazie a te ^^

      Elimina
  2. Ciao,vorrei fare il tuo sapone ma prima mi interessava sapere se esiste un solo tipo di acido borico in farmacia o quale deve essere la concentrazione di quello che devo usare per fare la soluzione neutralizzante.
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Virginia, in farmacia trovi l'acido borico in polvere (anche in bustine da 60gr) e con questo prepari la soluzione neutralizzante di acido borico.
      Ho imparato due metodi per neutralizzare il sapone liquido che ora ti dico, uno è quello della Failor con soluzione neutralizzante di acido borico al 20% perchè insegna che l'idrossido di potassio non è puro al 100% ma è composto da un 10% di residui e varie. Nelle sue formule lo sconto della lisciva è di -10% -12% e la dose per 1 kg di pasta sapone è di 100 gr di soluzione neutralizzante al 20%.
      Un altro metodo è quello di fare una soluzione al 5% di acido borico calcolando lo sconto della lisciva al 0% e la dose è 18 cucchiai di soluzione neutralizzante per 1 chilo di pasta sapone.
      Avendo provato entrambi i metodi alla fine ho adottato una via di mezzo preparando una soluzione al 10-15% di acido borico.
      La soluzione neutralizzante si prepara sciogliendo la polvere di acido borico in acqua bollente e va utilizzata subito quando è calda altrimenti precipita e non si miscela bene nel sapone.
      Spero di essermi spiegata in modo chiaro, un abbraccio :)
      Patty

      Elimina
  3. Grazie della risposta veloce ed esaustiva.Provero' sicuramente!Ho gia' provato in
    passato a fare il sapone liquido utilizzando la crock pot ma non l'ho rifatto perche' l'odore,malgrado la fragranza, non era molto piacevole.
    Forse era dovuto al fatto che non ho usato neutralizzanti!?!
    Il tuo ha un buon profumo?
    Grazie di nuovo.
    Virginia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) grazie a te Virginia. Comunque con il profumo il neutralizzante non centra nulla....forse sarà per il tipo di olio utilizzato o il tipo di fragranza oppure il non aver messo la fragranza a fine preparazione.

      Elimina
  4. buona sera,
    volevo cimentarmi nella preparazione, ma come fa l'olio a raggiungere i 150 gradi se è a bagno maria?
    Inoltre una temperatura del genere non è un po troppo vicina al punto di fumo?
    Infine il K(OH) sciolto in acqua deve essere caldo per essere aggiunto alla miscela di oli? Se si a che temperatura?
    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara, per fare il sapone liquido qualche regola e procedimento, di quelle che già conosciamo per fare il sapone solido, cambia. La temperatura dell'olio riscaldato a bagno maria raggiunge facilmente una temperatura molto alta che supera i 130°, se si possiede un termometro si può verificare. L'idrossido di potassio KOH, detto anche potassa caustica, a contatto con l'acqua raggiunge una temperatura più elevata dell'idrossido di sodio NaOH, a causa della sua differente struttura molecolare (per questo si usa per fare i saponi liquidi). L'idrossido di potassio sciolto in acqua si aggiunge alla miscela di oli sempre quando è caldo. Non ho specificato la temperatura perchè nell'insieme non influisce sul risultato, con il minipiner il nastro arriverà con tempi maggiori rispetto al tradizionale nastro che siamo abituati a fare con la soda caustica per i saponi solidi. :D

      Elimina
  5. ciao, volevo chiederti se posso fare la soluzione neutralizzante con la borace e se si come la devo preparare, grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia, in alto ho scritto come si prepara, ma ti riporto di nuovo la risposta per entrambi i metodi che conosco e di quello che faccio io: Soluzione neutralizzante di acido borico al 20% perchè insegna la Failor che l'idrossido di potassio non è puro al 100% ma è composto da un 10% di residui e varie. Nelle sue formule lo sconto della lisciva è di -10% -12% e la dose per 1 kg di pasta sapone è di 100 gr di soluzione neutralizzante al 20%.
      Un altro metodo è quello di fare una soluzione al 5% di acido borico calcolando lo sconto della lisciva al 0% e la dose è 18 cucchiai di soluzione neutralizzante per 1 chilo di pasta sapone.
      Avendo provato entrambi i metodi alla fine ho adottato una via di mezzo preparando una soluzione al 10-15% di acido borico.
      La soluzione neutralizzante si prepara sciogliendo la polvere di acido borico in acqua bollente e va utilizzata subito quando è calda altrimenti precipita e non si miscela bene nel sapone.

      Elimina
  6. Ciao Melogranierose
    ormai è svariato tempo che mi cimento nel fare i saponi liquidi di tutti i generi. In realtà non ho mai usato acido borico per neutralizzare il prodotto finale...forse sbaglio, ma preferisco lasciare il sapone quanto più possibile al naturale e sopratutto ecologico visto che sul borace se ne dicono tante. Comunque credo che siano in molti a fare confusione tra acido borico e sodio borato. Una volta ho provato ad usare una soluzione di sodio citrato come sequestrante, ma non mi ha soddisfatto in quanto ha lasciato il mio sapone liquido piuttosto fluido, quasi fosse acqua, anche se al lavaggio presentava una bella schiuma e lasciava una piacevole sensazione sulla pelle. Inoltre non ho mai provato a scontare così tanto il KOH, ma mi sono sempre limitata ad uno sconto del 3% massimo. Nonostante ciò ho ottenuto dei saponi da corpo con pH 7...il che mi ha lasciata molto perplessa e, della cosa ne ho parlato anche con Kevin Dunn, il quale, insieme ad altri utenti che hanno avuto la mia stessa esperienza, ne sta discutendo nel suo gruppo.
    Per finire volevo dirti che il tuo sapone mi piace per la semplicità degli ingredienti che hai utilizzato :-)
    Un saluto
    Lalla

    RispondiElimina