domenica 13 luglio 2014

OKARA......chi la conosce non la evita!!


L’Okara è un sottoprodotto derivato dalla produzione del latte di soia, durante il quale viene filtrato per separare i resti della soia dal latte.  La polpa che resta da questa lavorazione, essendo un alimento ricco di fibre, proteine e valori nutrizionali, invece di essere scartato si conserva e si riutilizzata in vari modi.

Molto usata in Giappone e nei paesi orientali fin dal 1600, la possiamo inserire in molte ricette come ad esempio nel pane, i dolci, nei biscotti, per fare polpette, come panatura, nelle zuppe etc. e l’uso non si limita solo in cucina, si può usare come fertilizzante, oppure in aggiunta al mangime per animali e ancora altro.

Dobbiamo sapere che non è un alimento altamente digeribile, quindi è sempre bene non consumarne in grandi quantitativi e nemmeno tutti i giorni, ma come ho detto prima essendo un prodotto molto  versatile in cucina si inserisce bene e si adatta a molte gustose ricette.

L’okara si consuma umida appena fatta oppure dopo averla seccata, stendendola su una teglia e facendola  seccare in forno per qualche minuto a temperatura media-bassa, poi si frulla in modo da renderla fine come una farina. Si conserva  in un barattolo come fosse del comune pane grattugiato  e visto che della soia non si butta via niente l’okara è uno dei suoi preziosi sottoprodotti che si riutilizzano facilmente.

A questo punto passiamo a vedere cosa possiamo fare e come possiamo smaltire questo prezioso “scarto” che la natura ci mette a disposizione per cucinare ricette appetitose e se vi ispira l’idea, provate a usarla in questa rivisitazione della parmigiana di melanzane….sempre a modo mio!! ^_^ 



MELANZANE ALLA PARMIGIANA CON OKARA E TOFU

Ingredienti:
  • 2 melanzane
  • 200 gr di Okara umida o tostata 
  • 150 gr di ricotta di tofu o tofu morbido
  • Verdure miste: cipolla, sedano, carota, aglio, prezzemolo, alga kombu
  • 1 cucchiaino di lievito in scaglie
  • 1 cucchiaino di amido di mais
  • Salsa di soia quanto basta
  • Farina di mais tostata quanto basta
  • Olio di oliva extra vergine

Preparazione:
  1. Tagliate a cubetti le melanzane insieme alle verdure miste e cuocete nell’olio. Se avete fatto il seitan e filtrato il liquido di cottura usate quelle stesse verdure per riciclarle.
  2. Frullate le melanzane e le verdure unendo l’okara, il lievito in scaglie, l’amido di mais e aggiungete la salsa di soia per dare sapidità al composto.
  3. Ungete una teglia da forno con olio di oliva, stendere un primo strato di melanzane, spalmare nel secondo strato la ricotta di tofu (è il tofu morbido schiacciato con la forchetta) e terminate con un terzo strato di melanzane.
  4. Spolverate la superficie della parmigiana di melanzane con farina di mais tostata e infornate a 180° per 45 minuti. 

  

PANE DI OKARA
300 gr di farina di okara
200 gr di farina integrale
100 gr di farina Manitoba
100 gr di farina di grano duro
400 gr di acqua
1 cubetto di lievito di birra
15 gr di olio di oliva
1 cucchiaio di sale
½ cucchiaino di zucchero

BOCCONCINI DI OKARA CON VERDURE
150 gr di okara
Spinaci o Bieta o zucchine cotte quanto basta
1 cucchiaino di fecola di patate
½ cipolla, 1 spicchio di aglio
1 cucchiaino di lievito in scaglie
Sale, pepe
Olio e farina per friggere

POLPETTONE DI RISO E OKARA
400 gr di okara
120 gr di riso cotto
1 carota
1 gambo di sedano
1 cipolla
1 spicchio di aglio
Prezzemolo e odori a piacere
2 cucchiaini di lievito in scaglie
2 cucchiaini di sale
1 cucchiaino di amido di mais
Funghi secchi, olio di oliva


1 commento: